Come fare per

TARES – Denuncia per l'applicazione del tributo comunale sui rifiuti e servizi - Utenze  non domestiche

Riferimenti Normativi:

  • Art. 14 del D.L. 201/2011
  • Regolamento comunale

Ufficio competente

Tributi

 Responsabile del Procedimento

Dott.ssa  Conti Anna Maria

 Avvio del procedimento       

Da parte del soggetto passivo dopo l’inizio occupazione/detenzione dei locali.
Soggetto passivo d’imposta: conduttore/detentore dei locali.
Periodo d’imposta: anno solare.
Decorrenza: l’obbligo al pagamento della TARES decorre dal giorno in cui ha avuto inizio l’occupazione/detenzione o possesso dei locali.
Cessazione: l’obbligazione tributaria cessa dal giorno della fine dell’occupazione/detenzione o possesso dei locali, a seguito di presentazione di denuncia entro il 31 gennaio dell’anno successivo all’evento.

Come si avvia

Presentando apposito modulo compilato in tutte le sue parti, sottoscritto dal dichiarante.

Termini intermedi che sospendono il procedimento

Richiesta da parte del Servizio Tributi di integrazioni per regolarizzare o integrare la denuncia.

Termine di conclusione del procedimento

30 giorni  dalla data di protocollo relativa alla presentazione della denuncia.

MODULO DI DICHIARAZIONE INIZIO - VARIAZIONE TARES UTENZE NON DOMESTICHE

TARES – Denuncia di cessazione  -

Utenze  domestiche e non  domestiche

Riferimenti Normativi:

  • Art. 14 del D.L. 201/2011
  • Regolamento comunale

 

Ufficio competente

Tributi

 

Responsabile del Procedimento

Dott.ssa  Conti Anna Maria

 

 

Avvio del procedimento       

Da parte del soggetto passivo  al termine dell’occupazione/detenzione dei locali.
Soggetto passivo d’imposta: conduttore/detentore dei locali.
Cessazione: l’obbligazione tributaria cessa dal giorno della fine dell’occupazione/detenzione o possesso dei locali, a seguito di presentazione di denuncia entro il 31 gennaio dell’anno successivo all’evento.

Come si avvia

Presentando apposito modulo compilato in tutte le sue parti, sottoscritto dal dichiarante.

Termini intermedi che sospendono il procedimento

Richiesta da parte del Servizio Tributi di integrazioni per regolarizzare o integrare la denuncia.

Termine di conclusione del procedimento

30 giorni  dalla data di protocollo  della  comunicazione


MODELLO DICHIARAZIONE DI CESSAZIONE TARES

TARES – Denuncia per l'applicazione del tributo comunale sui rifiuti e servizi - Utenze domestiche

Riferimenti Normativi:

  • Art. 14 del D.L. 201/2011
  • Regolamento comunale

 

Ufficio competente

Tributi

Responsabile del Procedimento

Dott.ssa  Conti Anna Maria

 Avvio del procedimento       

Da parte del soggetto passivo dopo l’inizio occupazione/detenzione dei locali.
Soggetto passivo d’imposta: conduttore/detentore dei locali.
Periodo d’imposta: anno solare.
Decorrenza: l’obbligo al pagamento della TARES decorre dal giorno in cui ha avuto inizio l’occupazione/detenzione o possesso dei locali.
Cessazione: l’obbligazione tributaria cessa dal giorno della fine dell’occupazione/detenzione o possesso dei locali, a seguito di presentazione di denuncia entro il 31 gennaio dell’anno successivo all’evento.

Come si avvia

Presentando apposito modulo compilato in tutte le sue parti, sottoscritto dal dichiarante.

Termini intermedi che sospendono il procedimento

Richiesta da parte del Servizio Tributi di integrazioni per regolarizzare o integrare la denuncia.

Termine di conclusione del procedimento

30 giorni  dalla data di protocollo relativa alla presentazione della denuncia.


MODULO DI DICHIATAZIONE INIZIO - VARIAZIONE TARES UTENZE DOMESTICHE

RIMBORSO TARES

 

Descrizione del procedimento

 Cos'è:

Procedimento di restituzione ai contribuenti dei maggiori importi da loro versati rispetto al tributo dovuto a causa di errori diversi, previa verifica della congruità della richiesta, delle motivazioni presentate, dell’importo effettivamente dovuto e delle somme incassate.

 

A chi è destinato :

Ai contribuenti che per svariati motivi (ad es. errata metratura dichiarata, doppi pagamenti, …) versano importi maggiori rispetto al tributo  dovuto.

 

Come si richiede:

Presentando richiesta scritta su apposito modulo predisposto dall’Ufficio Tributi, al quale va allegata copia delle ricevute di versamento. Il rimborso può essere richiesto entro il termine di 5 anni dal giorno del pagamento e/o dalla data in cui è stato riconosciuto il diritto al rimborso.

 

Modulo richiesta  rimborso: 

 

Spese a carico dell’utente:

nessuna.

 

Riferimenti legislativi e normativi:

-  Regolamento Comunale per l’istituzione e l’applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi, approvato con atto di C.C. n. 30 del 19/07/2013 (art. 34).

 

Unità Organizzativa Responsabile:

III  SETTORE : TRIBUTI ED ATTIVITA’ PRODUTTIVE

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Responsabile del procedimento:

Dott.ssa ANNA MARIA CONTI  - Responsabile Settore Tributi ed attività Produttive

Tel. 0761/433913 Fax 0761/433082

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Responsabile competente all’adozione del provvedimento finale:

Dott.ssa ANNA MARIA CONTI  - Responsabile Settore Tributi ed attività Produttive

 

 

A chi chiedere informazioni:

Ufficio Tributi

Dott.ssa  EMANUELA SPADA

Tel. 0761/433921 Fax 0761/433082

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Orari di ricevimento:

tutti i giorni feriali dalle ore 9.30 alle ore 12.30

 

Tempi:

Entro 180 giorni dalla data di presentazione della richiesta o da quello nel quale è stato accertato il diritto alla restituzione

 

 

Strumenti di tutela dell’interessato:

Avverso l’adozione del provvedimento finale, il contribuente può presentare ricorso, entro il termine di 60 giorni dalla notificazione dell’atto, avanti la Commissione Tributaria Provinciale di Viterbo.


MODULO RICHIESTA RIMBORSO TARES


Canino, lì  16/01/2013

AVVISO SCADENZA PRESENTAZIONE DENUNCIA IMU

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

 

Visto l’art. 13 del D.L. 06.12.2011, n. 201, convertito in L. 22.12.2011, n. 214 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto il D.Lgs. 14.03.2011, n. 23;

INFORMA  CHE

 

LUNEDI’  04/02/2013 

 

SCADE IL TERMINE PER PRESENTARE  LA

DICHIARAZIONE I.M.U. PER L’ANNO 2012

Si rammenta che le dichiarazioni ICI   già presentate  restano valide anche  ai fini IMU.

La dichiarazione IMU è obbligatoria nei casi in cui siano intervenute  variazioni  non immediatamente fruibili  da parte del Comune  attraverso la consultazione della banca dati catastale e nei casi  in cui si siano verificate variazioni non conoscibili  dal Comune.

 Per visionare il Decreto MEF, scaricare  modello di dichiarazione e le istruzioni al modello di dichiarazione (clicca qui)

 L’UFFICIO Tributi rimane  comunque a disposizione  per  eventuali  chiarimenti tutti i giorni feriali dalle ore 9.30 alle ore 12.30   - tel. 0761433921 e 0761433913.

                                                                                       IL RESPONSABILE DEL SETTORE  TRIBUTI                                                                                                 (Dott.ssa  ANNA MARIA CONTI)                   

COMUNE DI CANINO

 Provincia di Viterbo

Settore Tributi

 

 

 

AVVISO SALDO

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

 

Visto l’art. 13 del D.L. 06.12.2011, n. 201, convertito in L. 22.12.2011, n. 214 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto il D.Lgs. 14.03.2011, n. 23;

Visto l’art. 1, commi 161-170, della L. 27.12.2006, n. 296;

Visto l’art. 4 del D.L. 02.03.2012, n. 16, convertito con modificazioni in L. 26.04.2012, n. 44;

 

INFORMA

 

che entro il 17 DICEMBRE 2012 deve essere effettuato il versamento del saldo dell’imposta municipale propria (I.M.U.) dovuta per l’anno d’imposta 2012, si applicano le aliquote stabilite dal Comune con versamento del saldo dell’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno con conguaglio sulle precedenti rate.

 Si fa presente che il Consiglio Comunale, con proprio atto deliberativo n. 35 del 29/09/2012  ha approvato  una rimodulazione delle

 

ALIQUOTE E DETRAZIONI I.M.U.

CON DECORRENZA 01/01/2012

in sostituzione  di quanto già determinato con precedente  deliberazione n. 23 del 26/06/2012  e pertanto le aliquote definitive e vigenti solo le seguenti:

 ALIQUOTE  

 

TIPOLOGIA IMMOBILIARE

CATEGORIE CATASTALI

ALIQUOTA

      I.M.U.

 

Abitazione principale e loro pertinenze

(al massimo una per ogni tipologia)

 

 

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7

 

 

0,4%

 

Seconde abitazioni  ed altre unità immobiliari  a disposizione o locate

 

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7

 

 

0,96%

 

Unità immobiliare posseduta  a titolo di proprietà  o di usufrutto  da anziani o disabili che acquisiscono la residenza  in istituti di ricovero o sanitari  a seguito di ricovero permanente, a condizione che  l’immobile non risulti locato

 

 

 

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7 

 

 

 

0,4%

 

Uffici e studi privati

 

 

A/10

 

0,76%

 

Collegi, scuole, caserme, ospedali pubblici, prigioni, musei, cappelle, oratori, conventi, magazzini sotterranei etc.

 

 

Da B/1 a B/8

 

0,76%

 

Negozi e botteghe

 

 

C/1

 

0,76%

 

Laboratori artigiani;

Fabbricati e locali  per esercizi sportivi (palestre)  e  stabilimenti di acque curative (termali) senza fini di lucro

 

 

 

C/3, C/4, C/5

 

 

0,76%

 

 

Opifici

 

D/1

 

 

1,06%

 

Capannoni  e fabbricati industriali e commerciali, fabbriche,  alberghi, pensioni, teatri, cinema, ospedali e case di cura  privati, banche palestre e stabilimenti termali con fini di lucro etc.

 

 

Da  D/2 a D/9

 

0,76%

 

Fabbricati per funzioni produttive  connesse alle attività agricole;

 

Fabbricati rurali  ad uso strumentale  di cui all’art.9 comma 3 bis del D.L. 557/1993 convertito con modificazioni dalla Legge N.133/1994;

 

 

D/10

 

 

 

--------

 

 

 

0,2%

 

Aree edificabili

 

 

 

0,76%

 

 

DETRAZIONI

 

 

  •   per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica;

 

  •   la suindicata  detrazione prevista è maggiorata di  euro 50,00  per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale; l'importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l'importo massimo di euro 400,00 da intendersi pertanto in aggiunta alla detrazione di base;

  

AREE EDIFICABILI: Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 07/06/2012 sono stati approvati i valori delle aree edificabili per l'applicazione dell' IMU 2012. 

 Si ricorda infine, che sul sito web del Comune di Canino (www.comune.canino.vt.it è attivo il CALCOLATORE IMU che consente gratuitamente  di calcolare l’imposta, anche con le  relative modifiche  intervenute  e stampare il relativo modello F24.

Link:

CALCOLO IMU      CLICCA QUI 

VALORI DELLE AREE EDIFICABILI PER L'APPLICAZIONE DELL' I.M.U. ANNO 2012  - CLICCA QUI

DELIBERA RIMODULAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2012      CLICCA QUI


L’UFFICIO Tributi rimane  comunque a disposizione  per fornire eventuali  chiarimenti tutti i giorni feriali dalle ore 9.30 alle ore 12.30   - tel. 0761433921 e 0761433913.

                                                                                             IL RESPONSABILE DEL SETTORE  TRIBUTI                                          (Dott.ssa  ANNA MARIA CONTI)

                           

COMUNE DI CANINO

Provincia di Viterbo

Settore Tributi e Attività Produttive

 

 

Modulistica  IMU 2012

  

 

TRIBUTI
12/11/2012

E’ disponibile la seguente modulistica:

1)   Modello di dichiarazione I.M.U. e relative istruzioni  (CLICCA QUI) 

2)   Modelli per dichiarare la sussistenza dei requisiti di:

  •   inagibilità/inabitabilità dei fabbricati ai fini della riduzione IMU del 50%  (CLICCA QUI)

 

  •   immobile da considerare direttamente adibito ad abitazione principale di anziano o disabile che acquisisce la residenza in istituti di ricovero o sanitari  (CLICCA QUI)

 

3)   Modello per istanza di rimborso IMU (CLICCA QUI)

   

 

RESPONSABILE DEL SETTORE  TRIBUTI ED ATTIVITA’ PRODUTTIVE

                                                                              (Dott.ssa  ANNA MARIA CONTI)

                                                                                                      


 

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2012

  

A  V  V  I  S  O

 

         Si rende noto che  il Consiglio Comunale, con proprio atto deliberativo n. 35 del 29/09/2012  ha approvato  una rimodulazione delle

 

ALIQUOTE E DETRAZIONI I.M.U.

 

CON DECORRENZA 01/01/2012

 

in sostituzione  di quanto già determinato con precedente  deliberazione n. 23 del 26/06/2012.

 

 

 

 

Alla luce di quanto sopra esposto  le aliquote e detrazioni  in vigore  per l’anno 2012 sono  le seguenti:

 

ALIQUOTE  

  

TIPOLOGIA IMMOBILIARE

CATEGORIE CATASTALI

ALIQUOTA

      I.M.U.

 

Abitazione principale e loro pertinenze

(al massimo una per ogni tipologia)

 

 

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7

 

 

0,4%

 

Seconde abitazioni  ed altre unità immobiliari  a disposizione o locate

 

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7

 

 

0,96%

 

Unità immobiliare posseduta  a titolo di proprietà  o di usufrutto  da anziani o disabili che acquisiscono la residenza  in istituti di ricovero o sanitari  a seguito di ricovero permanente, a condizione che  l’immobile non risulti locato

 

 

 

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7 

 

 

 

0,4%

 

Uffici e studi privati

 

 

A/10

 

0,76%

 

Collegi, scuole, caserme, ospedali pubblici, prigioni, musei, cappelle, oratori, conventi, magazzini sotterranei etc.

 

 

Da B/1 a B/8

 

0,76%

 

Negozi e botteghe

 

 

C/1

 

0,76%

 

Laboratori artigiani;

Fabbricati e locali  per esercizi sportivi (palestre)  e  stabilimenti di acque curative (termali) senza fini di lucro

 

 

 

C/3, C/4, C/5

 

 

0,76%

 

 

Opifici

 

D/1

 

 

1,06%

 

Capannoni  e fabbricati industriali e commerciali, fabbriche,  alberghi, pensioni, teatri, cinema, ospedali e case di cura  privati, banche palestre e stabilimenti termali con fini di lucro etc.

 

 

Da  D/2 a D/9

 

0,76%

 

Fabbricati per funzioni produttive  connesse alle attività agricole;

 

Fabbricati rurali  ad uso strumentale  di cui all’art.9 comma 3 bis del D.L. 557/1993 convertito con modificazioni dalla Legge N.133/1994;

 

 

D/10

 

 

--------

 

 

 

0,2%

 

Aree edificabili

 

 

 

0,76%

 

DETRAZIONI

 

  •  per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica;

 

  •  la suindicata  detrazione prevista è maggiorata di  euro 50,00  per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale; l'importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l'importo massimo di euro 400,00 da intendersi pertanto in aggiunta alla detrazione di base;

  

Canino, 16/10/2012

 

 

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE  TRIBUTI ED ATTIVITA’ PRODUTTIVE

                                                                               F.to (Dott.ssa  ANNA MARIA CONTI)

 

COMUNE DI CANINO
Provincia di Viterbo
Settore Tributi




AVVISO

 TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI.   RISCOSSIONE ANNO 2012.

  

Si      informa che stanno per essere recapitate le bollette relative alla Tassa Rifiuti Solidi Urbani anno 2012.

  TARIFFE: Le tariffe in vigore per l’anno 2012 sono le stesse dell’anno 2011 (approvate con deliberazione della Giunta Comunale n. 44 del 09/03/2007) così distinte clicca qui


 
ISTRUZIONI PER IL PAGAMENTO:

Il pagamento potrà essere effettuato in unica soluzione o in due rate.

Le scadenze per le due rate sono : 1^ RATA 20/09/2012     - 2^ RATA  20/11/2012

Il pagamento  dovrà avvenire mediante:

 -  gli allegati bollettini di  c/c postale già predisposti, utilizzando  il bollettino  della rata unica  per il pagamento  dell’intero importo  oppure i singoli bollettini  per il versamento rateale;

pagamento tramite bonifico  utilizzando il seguente codice IBAN:

IT28S0760114500000010513018  COMUNE CANINO TASSA SMALTIMENTO-SERVIZIO TESORERIA

 Si raccomanda, qualora si optasse  per il pagamento in unica soluzione,   di rispettare la scadenza  della prima rata.

 INFORMAZIONI:

Le informazioni potranno essere richieste all’ Ufficio Tributi  nelle ore di ricevimento al pubblico nei giorni feriali oppure  tramite:

 i numeri telefonici  0761/ 433921(Dott.ssa SPADA Emanuela)  - 0761/433913 (Dott.ssa CONTI Anna Maria);

 fax  0761/433082  -  0761/438485,

 e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

AVVERTENZE: in caso di omesso o parziale versamento alle scadenze fissate, questo Ente sarà obbligato ad iniziare le procedure coattive con l’applicazione della sanzione amministrativa  prevista, nonché degli interessi  previsti da Regolamento.

                                                                                                                                   IL RESPONSABILE DEL 3° SETTORE          

                                                                                                                         F.to  Dott.ssa Anna Maria CONTI

 

 

 

 

 

 

                    

RAVVEDIMENTO OPEROSO I.M.U.


A partire da martedì 19  Giugno i contribuenti che non avessero provveduto al versamento dell’ACCONTO IMU  potranno  iniziare ad utilizzare il ravvedimento operoso che consiste nel  versamento del tributo omesso con l’aggiunta di interessi e sanzioni ridotte entro dei termini prestabiliti .

 

Omesso, tardivo o insufficiente versamento delle somme dovute in acconto:

nel caso il versamento dell'IMU sia stato omesso, oppure sia stato effettuato ma in misura inferiore al dovuto, è possibile regolarizzare spontaneamente la propria posizione effettuando il versamento dell'imposta dovuta con l'aggiunta delle seguenti SANZIONI:

 

  •   versamento entro 14 gg. dalla scadenza: viene applicato all'imposta lo 0,2 % per ogni giorni di ritardo.

 

  •   versamento dal 15° al 30° giorno successivo alla scadenza: viene applicata all'imposta una maggiorazione del 3 %;

 

  •   versamento oltre 30 giorni dalla scadenza, purchè entro 1 anno dalla stessa, viene applicata all'imposta una maggiorazione del 3,75 %.

 

Inoltre, all'imposta devono essere aggiunti gli INTERESSI MORATORI calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno dalla data di scadenza alla data del versamento (attualmente tale tasso è al 2,5 %).

 

Quando è possibile effettuare il ravvedimento operoso:

quando la violazione non è  già oggetto di accertamento da parte dell’ufficio: se, ad esempio, il Comune ha notificato al contribuente un avviso di accertamento o anche un semplice questionario IMU e il contribuente procede con un ravvedimento operoso, l’ufficio può disconoscere l’efficacia del ravvedimento e continuare l’attività di accertamento.

Si avvisa che l’Ufficio Tributi del Comune di Canino, in collaborazione con l’A.N.U.T.E.L. (Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali), ha attivato un servizio on line che consente ai cittadini di calcolare l'IMU, comprensiva di ravvedimento operoso, inserendo, per gli immobili posseduti, i dati necessari per il calcolo.

Il servizio è raggiungibile attraverso il seguente collegamento cliccabile

  www.riscotel.it/calcimu/comuni/calcimu.html?comune=B604

 

 

Per qualsiasi informazione e chiarimento in materia , i cittadini potranno contattare l’Ufficio Tributi Comunale nelle ore di apertura al pubblico: dal lunedì al sabato dalle ore 09.30 alle ore 12.30. Telefono: 0761.433913 (Responsabile del Servizio Dott.ssa Conti Anna Maria) 0761.433921 (Dott.ssa Spada Emanuela).

 

Canino, lì 20/06/2012                                                           IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI

                                                                                              F.to (Dott.ssa  Anna Maria CONTI)

 

Con comunicato del 31 maggio 2012, n. 68 il MEF dà informazioni sulle modalità di versamento dell'IMU da parte dei residenti all'estero.

I Contribuenti, nel caso in cui non sia possibile utilizzare il modello F24 per effettuare i versamenti IMU dall’estero,  possono effettuare il pagamento tramite bonifico, nei seguenti modi:

(Continua, clicca qui per leggere tutto l'avviso).

Avviso Imu aree edificabili e terreni agricoli. Si comunica che con Deliberazion e di Giunta Comunale n. 107 del 07/06/2012 sono stati aprovati i valori delle aree edificabili per l'applicazione dell' IMU 2012 (continua, clicca qui per leggere l'avviso)

Valori delle aree edificabili per l'applicazione dell' I.M.U.  anno 2012 -  (Clicca qui)
Pubblicato il manifesto informativo sull' Imposta Municipale Propria anno 2012 (clicca qui)
Giuda IMU - Clicca qui