COMUNE DI CANINO

Provincia di Viterbo



Prot.11062                                                                                                                                

Del 19/10/2013

                                                                                    ORDINANZA N. 23

 

IL SINDACO

 

PREMESSO CHE:

 

-          ai sensi dell’art. 179 D.Lgs 152/2006 la gestione dei rifiuti avviene nel rispetto della seguente gerarchia:

  • prevenzione
  • preparazione per il riutilizzo
  • riciclaggio
  • recupero di altro tipo, per esempio il recupero di energia
  • smaltimento

e prevede pure che è consentito discostarsi in via eccezionale nell’ordine di priorità di cui sopra qualora sia giustificato nel rispetto del principio di precauzione e sostenibilità, in base ad una specifica analisi degli impatti complessivi della produzione e della gestione di tali rifiuti sia sotto il profilo ambientale e sanitario, in termini di ciclo di vita che sotto il profilo sociale ed economico, ivi compresi la fattibilità tecnica e la protezione delle risorse

-          l’art. 184 comma 3 lettera a) D.Lgs 152/2006 definisce rifiuti speciali i rifiuti da attività agricole e agroindustriali ai sensi e per gli effetti dell’art. 2135 del codice civile;

-          l’art. 185 D.Lgs 152/2006 stabilisce poi che non rientrano nell’applicazione della parte quarta del presente decreto, comma 1 lettera f) le materie fecali se non contemplate dal comma 2 lettera b), paglia, sfalci e potature, nonché altro materiale agricolo o forestale naturale non pericoloso utilizzati in agricoltura, nella selvicoltura o per la produzione di energia da biomassa mediante processi o metodi che non danneggiano l’ambiente né mettono in pericolo la salute umana;

...Continua, clicca qui per scaricare l'Ordinanza.