COMUNE DI CANINO

PROVINCIA DI VITERBO

 

ORDINANZA N. 2

DEL 20/01/2015       

PROT. N. 733  

 

 

IL  SINDACO

 

VISTE LE PROPRIE PRECEDENTI ORDINANZE IN MATERIA E IN PARTICOLARE L’ORDINANZA N. 15 PROT. 8513 DEL 08/08/2013, N. 15 PROT. 3723 DEL 08/04/2014 E N. 46 DEL 31/12/2014 PROT. 13647, CON LE QUALI VENIVA DISPOSTO IL DIVIETO D’USO POTABILE E RELATIVI UTILIZZI E LIMITAZIONI DELLE ACQUE EROGATE DAL PUBBLICO ACQUEDOTTO IN ALCUNE VIE E LOCALITA’ DEL TERRITORIO COMUNALE ;

DATO ATTO CHE E’ IN ESERCIZIO L’IMPIANTO DI DEARSENIFICAZIONE REALIZZATO DALLA REGIONE LAZIO PRESSO LA SORGENTE DEL BOTTINO POZZI 1 – 2 (FASE 1) I CUI VALORI IN USCITA DEL PARAMETRO ARSENICO RISULTANO INFERIORI A 10 µg/l, GESTITO, NELLE MORE DELLA CONSEGNA DEFINITIVA AL COMUNE E ALLA TALETE S.P.A., DALLA SOC. ECOSYSTEMS S.R.L. DI POMEZIA SU INCARICO DELLA REGIONE LAZIO ;

DATO ATTO ALTRESI’ CHE E’ IN ESERCIZIO L’IMPIANTO DI DEARSENIFICAZIONE, REALIZZATO DALLA REGIONE LAZIO PRESSO LA SORGENTE FELCETONE (FASE II)  I CUI VALORI IN USCITA DEL PARAMETRO ARSENICO RISULTANO INFERIORI A 10 µg/l, GESTITO, NELLE MORE DELLA CONSEGNA DEFINITIVA AL COMUNE E ALLA TALETE S.P.A. DALLA SOC. DEGREMONT S.P.A. DI MILANO SU INCARICO DELLA REGIONE LAZIO ;

VISTA LA NOTA DELLA ASL VITERBO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE ALIMENTI NUTRIZIONE ACQUE POTABILI PUBBLICHE IN DATA 19/01/2015 PROT. 2585 CON LA QUALE RELATIVAMENTE AL PARAMETRO ARSENICO COMUNICA :

- CHE DOPO IL TRATTAMENTO DI DEARSENIFICAZIONE (USCITA IMPIANTI POTABILIZZAZIONE E RETI IDRICHE DISTRIBUTRICI), IL PARAMETRO ARSENICO E’ CONFORME AL RISPETTIVO VALORE DI PARAMETRO PREVISTO DALL’ALLEGATO DEL D.LEG/VO 31/01 E CHE PER QUANTO SOPRA ESPOSTO IL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI CANINO PUO’ REVOCARE L’ORDINANZA DI NON POTABILITA’ RELATIVA ALLE SEGUENTI ZONE DI APPROVIGIONAMENTO IDRICO :

 

TUTTA LA RETE IDRICA DISTRIBUTRICE COMUNALE

 

CON LE SEGUENTI PRESCRIZIONI :

 

1) I GESTORI DEGLI IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE, CIASCUNO PER QUANTO DI RISPETTIVA COMPETENZA, DEVONO GARANTIRE IL REGOLARE FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE DEGLI STESSI ;

2) IL GESTORE DELLA RETE IDRICA DEVE GARANTIRE COSTANTEMENTE L’EROGAZIONE DI ACQUA CONFORME A TUTTI I PARAMETRI PREVISTI DAL D.LEG/VO 31/2001, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL PARAMETRO ARSENICO.

RITENUTO PERTANTO ADOTTARE IL CONSEGUENTE PROVVEDIMENTO DI REVOCA DELLE PRECEDENTI ORDINANZE DI NON POTABILITA’ DELLE ACQUE ;

VISTO L’ART. 218 E SEGUENTI DEL T.U. LEGGI SANITARIE APPROVATO CON R.D. 27/07/1934 ;

VISTO L’ART. 50 DEL T.U. ORDINAMENTO ENTI LOCALI D.LEG. 18/08/2000 N. 267 ;

 

ORDINA

 

1) LA REVOCA DELLE ORDINANZE N. 15 PROT. 8513 DEL 08/08/2013, N. 15 PROT. 3723 DEL 08/04/2014 E N. 46 DEL 31/12/2014 PROT. 13647, CON LE QUALI VENIVA DISPOSTO IL DIVIETO D’USO POTABILE E RELATIVI UTILIZZI E LIMITAZIONI DELLE ACQUE EROGATE DAL PUBBLICO ACQUEDOTTO IN ALCUNE VIE E LOCALITA’ DEL TERRITORIO COMUNALE, PER EFFETTO DELLA QUALE L’ACQUA EROGATA DALLA RETE IDRICA DISTRIBUTRICE COMUNALE, GESTITA DALLA SOC. TALETE S.P.A.  E’ UTILIZZABILE PER USO POTABILE E PER TUTTI GLI USI IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE CON LE SEGUENTI PRESCRIZIONI :

1) I GESTORI DEGLI IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE, E PRECISAMENTE, SORGENTE DEL BOTTINO POZZI 1 – 2 (FASE 1) SOC. ECOSYSTEMS S.R.L. DI POMEZIA -  SORGENTE FELCETONE (FASE II) SOC. DEGREMONT S.P.A. DI MILANO, CIASCUNO PER QUANTO DI RISPETTIVA COMPETENZA, DEVONO GARANTIRE IL REGOLARE FUNZIONAMENTO E MANUTENZIONE DEGLI STESSI ;

2) IL GESTORE DELLA RETE IDRICA SOC. TALETE S.P.A. DEVE GARANTIRE COSTANTEMENTE L’EROGAZIONE DI ACQUA CONFORME A TUTTI I PARAMETRI PREVISTI DAL D.LEG/VO 31/2001, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL PARAMETRO ARSENICO.

 

DISPONE

 

  • AL GESTORE DEL SERVIZIO IDRICO TALETE S.P.A. LA DISTRIBUZIONE DELL’AVVISO ALLA CITTADINANZA ANCHE  TRAMITE IL RECAPITO DELLE BOLLETTE RELATIVE AL CONSUMO DELL’ACQUA.
  • LA PUBBLICAZIONE DELLA PRESENTE ORDINANZA ALL’ALBO PRETORIO, SUL SITO ISTITUZIONALE DEL COMUNE E NEL TERRITORIO COMUNALE E L’INVIO ALLA ASL SERVIZIO IGIENE PUBBLICA DI VITERBO-VIALE TRENTO N°32-01100 VITERBO, ALLA SOC.TALETE  S.P.A.-VIA GARGANA N°34-01100 VITERBO, ALLA ATO1-LAZIO NORD-VITERBO- VIA SAFFI N°49-01100 VITERBO, AL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO/COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELL’EMERGENZA ARSENICO, VIALE DEL TINTORETTO N. 432 - 00142 ROMA, ALLA PREFETTURA DI VITERBO, PIAZZA DEL PLEBISCITO – 01100 VITERBO, ALLA SOC. ECOSYSTEM S.R.L. – VIA UDINE N. 14, 00040 POMEZIA (RM)  E ALLA DITTA DEGREMONT S.P.A. – VIA BENIGNO CRESPI N. 57, 20159 MILANO ;

TUTTI GLI INTERESSATI POSSONO FAR RIFERIMENTO AL SERVIZIO IGIENE PUBBLICA DELLA ASL VITERBO SEZ. 2 DI TARQUINIA PER QUALSIASI INFORMAZIONE, L’AGGIORNAMENTO DELLE MISURAZIONE DEL PARAMETRO ARSENICO POSSONO ESSERE VISIONATI SUL SITO DELLA ASL AL SEGUENTE INDIRIZZO http://www.asl.vt.it/Cittadino/arsenico/base.php ;

 

 

AVVISA 

CHE PER OGNI EVENIENZA VENGONO MANTENUTE IN FUNZIONE :

 

- LA FONTANELLA “LOGICA” SITA ALL’INTERNO DELLA PINETA S. VITO IN VIA TARQUINIA ;

 

- LA FONTANELLA CON PRELIEVO DI ACQUA GRATUITA NEL PIAZZALE S. FRANCESCO;

 

- LA FONTANELLA CON PRELIEVO DI ACQUA GRATUITA NEL PIAZZALE DEL BORGO RURALE ROGGI IN LOC. ROGGI ;


RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO – GEOM. GIUSEPPE BENEDETTI RESPONSABILE SETTORE V COMUNE DI CANINO – RIFERIMENTI, 0761/433928, 329 9068596 ;

 

AVVERSO IL PRESENTE PROVVEDIMENTO PUÒ ESSERE PROPOSTO RICORSO AL TAR LAZIO ENTRO IL TERMINE DI GIORNI 60 (SESSANTA) E RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO ENTRO 120 (CENTOVENTI) GIORNI.

 

 

 

Canino, 20/01/2015

 

 

 

           

                                                   F.to      IL SINDACO         

             (Sig. Pucci Mauro)