Comune di Canino

PROVINCIA DI VITERBO

 

 

 

 

 

IMU 2016
 SCADENZA ACCONTO 16/06/2016
 
 

 

 

SI INFORMA

 

Che entro il 16 GIUGNO 2016 deve essere effettuato il versamento in acconto dell’imposta municipale propria (I.M.U.) dovuta per il corrente anno, tenuto conto della disciplina contenuta nell’art.13 D.L. 201/2011 e delle novità introdotte dalla legge di stabilità 2016 (L. n° 208 del 28.12.2015).

 Per l’anno 2016 il Comune con delibera del Consiglio Comunale n. 27 del 28/04/2016, ha confermato le aliquote già deliberate per lo scorso anno 2015, di seguito riepilogate.

 

  • L’abitazione principale è esente per legge (con esclusione delle categorie catastali A/1 –A/8 e A/9);

 

  • I terreni agricoli sono esenti per legge perché il Comune di Canino rientra tra i Comuni individuati nella Circolare del Ministero delle Finanze  9 del 11/06/1993;

 

 

  • Il comma 10 a) e b)  dell’art. 1 della L. n. 208/2015 ha previsto  una riduzione  della base imponibile  del 50%  per gli immobili  concessi in comodato gratuito  dal soggetto passivo  ai parenti in linea retta  entro il primo grado.

I requisiti richiesti per l’agevolazione sono:

      -  l’immobile oggetto di comodato non deve essere di categoria catastale  A/1, A/8 e A/9;

      - il comodatario deve utilizzare l’immobile ricevuto in comodato come “abitazione principale” e cioè risiedervi anagraficamente e dimorarvi abitualmente; godono dell’agevolazione anche le pertinenze ricadenti nelle categorie catastali C/6, C/2 e C/7, nella misura di una per ogni categoria catastale;

      - il comodante deve risiedere anagraficamente e dimorare abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;

      - il comodante non deve possedere altri immobili ad uso abitativo in Italia ad eccezione della propria abitazione principale, ove risiede anagraficamente e dimora abitualmente, di categoria non di lusso, situata nello stesso Comune in cui si trova l’immobile concesso in comodato;

      - il contratto di comodato, in forma scritta o verbale, deve essere regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate.

      Il possesso di tutti i suddetti requisiti, per godere della riduzione della base imponibile, dovrà essere attestato mediante l’ordinaria dichiarazione IMU da presentare, per il 2016, entro il 30/06/2017.

 ALIQUOTE 2016

 

TIPOLOGIA IMMOBILIARE

CATEGORIE CATASTALI

ALIQUOTA

      I.M.U.

  • Abitazione principale
  • Unità immobiliare abitativa posseduta  a titolo di proprietà  o di usufrutto  da anziani o disabili che acquisiscono la residenza  in istituti di ricovero o sanitari  a seguito di ricovero permanente, a condizione che  l’immobile non risulti locato.
  •  Pertinenze  dell’abitazione

 (Cat. C/2 –C/6 –C/7 al massimo una per ogni tipologia)

ESCLUSIVAMENTE

 

    A/1 – A/8 e  A/9

 

 

 

 

C/2, C/6, C/7

 

 

 

 

0,4%

Seconde abitazioni  ed altre unità immobiliari  a disposizione o locate e pertinenze

Da  A/1 a  A/9

C/2, C/6, C/7

1,06%

Uffici e studi privati

A/10

0,96%

Collegi, scuole, caserme, ospedali pubblici, prigioni, musei, cappelle, oratori, conventi, magazzini sotterranei etc.

 

Da B/1 a B/8

 

0,96%

Negozi e botteghe

C/1

0,96%

Laboratori artigiani;

Fabbricati e locali  per esercizi sportivi (palestre)  e  stabilimenti di acque curative (termali) senza fini di lucro

 

C/3, C/4, C/5

 

0,96%

 

Opifici

D/1

1,06%

Capannoni  e fabbricati industriali e commerciali, fabbriche,  alberghi, pensioni, teatri, cinema, ospedali e case di cura  privati, banche palestre e stabilimenti termali con fini di lucro etc.

 

Da  D/2 a D/9

 

0,96%

Aree edificabili

 

0,96%

  • Per l'unità immobiliare classificata nelle categorie catastali A/1 –A/8 e A/9, adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.
  • L’unità immobiliare, posseduta  a titolo di proprietà  o di usufrutto  da anziani o disabili che acquisiscono  la residenza in istituti  di ricovero  o sanitari  a seguito  di ricovero permanente, a condizione che la stessa  non risulti locata, viene considerata adibita ad  abitazione principale  (art.13 comma 10 D.L. 201/2011 modificato dall’art.4 del D.L. n.16/2012).

 

  • Ai fini dell'IMU i valori delle aree edificabili sono quelli approvati con Deliberazione Della Giunta Comunale n. 27 del  10/03/2016 avente per oggetto: "Determinazione valore aree edificabili 2016” (clicca qui)

 

 

Pagamento: Il versamento va effettuato come in precedenza in autoliquidazione e deve eseguirsi a mezzo

                     modello F24 (sezione IMU e altri tributi locali).

                     Il codice Comune da indicare nel mod. F/24 è: B604

 

SERVIZIO PER I CITTADINI: Si informano i contribuenti che sul sito internet del Comune di Canino è presente un link “calcoli IMU +TASI+F24” attraverso il quale il contribuente potrà autonomamente provvedere al calcolo dell’imposta  dovuta per ogni singolo immobile.

Per maggiori informazioni:

Comune di    CANINO        - Ufficio Tributi -  Via Roma n.2.

E-mail:           Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Tel.           0761-433921 / 0761-433913

 sito internet:    www.comune.canino.vt.it   

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI                                                        IL SINDACO                   

                F.to (Dott.ssa ANNA MARIA CONTI)                                              F.to (Mauro PUCCI)

 




Manifesto IMU versione PDF