COS’È L’OPEN DATA


Con il termine Open Data si fa riferimento alla pratica che prevede la promozione e la diffusione di dati della Pubblica Amministrazione in formato digitale e aperto, rendendoli accessibili a tutti, senza restrizioni di copyright, brevetti o altre forme di controllo.

La Pubblica Amministrazione, nelle sue diverse articolazioni, produce, raccoglie, elabora e diffonde una grande quantità di informazioni, notevole per il suo volume e la sua eterogeneità.

Questo vero e proprio patrimonio rappresenta una risorsa fondamentale se messo a disposizione di tutti coloro che vogliano consultarlo o utilizzarlo per creare applicazioni e servizi. Tale apertura è una risorsa sia per la stessa PA, per un utilizzo interno dei dati, sia per soggetti esterni, imprese, studiosi o semplici cittadini. Liberare i dati rendendoli pubblici e fruibili contribuisce a creare un meccanismo di trasparenza delle istituzioni e rappresenta un’opportunità di crescita sociale ed economica.

Con l’Open Data i dati possono essere liberamente scaricati, riutilizzati e distribuiti da chiunque, anche a fini commerciali, rispettando le eventuali condizioni di riutilizzo (in genere la citazione della Fonte) prevista dalla licenza assegnata.